Ipnosi e Sport, in un convegno i segreti di questo innovativo connubio

Ipnosi e sport è l’argomento al centro del convegno patrocinato dal Coni regionale (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), organizzato per domani pomeriggio, alle ore 17.30 a Viterbo, nei locali del Signorino, in Strada Signorino numero 16.

Ipnosi e Sport è l’argomento al centro del convegno patrocinato dal Coni regionale (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), organizzato per domani pomeriggio, alle ore 17.30 a Viterbo, nei locali del Signorino.

Un argomento alquanto insolito e interessante quello che animerà il dibattito organizzato  dalla società sportiva dilettantistica Il Signorino e  dal professore Carlo Gigli, Direttore dell’Unità Operativa di “Chirurgia del Ginocchio, Artroscopia e traumatologia dello Sport”  presso l’ospedale viterbese di Belcolle. Gigli  è stato infatti il primo medico, due anni fa, in Italia e in Europa,  ad effettuare l’artroscopia del ginocchio attraverso l’induzione ipnotica.

A introdurre il convegno, che affronta un tema che intreccia medicina, scienza e sport sarà il giornalista Massimiliano Morelli. A seguire interverranno diversi relatori. Simona Apolito, psicologa e psicoterapeuta presso la Asl di Viterbo e membro della Società Italiana di Ipnosi, parlerà proprio dell’ipnosi e delle sue diverse applicazioni spiegando il funzionamento e i benefici che può apportare. Subito dopo Cesare Felici, medico anestesista presso l’ospedale San Giovanni Addolorata di Roma e membro del Centro Ipnosi Clinica Sperimentale Franco Granone, illustrerà la correlazione tra l’ipnosi e lo sport.

La parola poi passerà al chirurgo ortopedico Carlo Gigli, che spiegherà come è avvenuta la crescita di questa tecnica utilizzata sia in campo sportivo che  in quello medico con pazienti che scelgono di sottoporsi a interventi sotto ipnosi.

Carlo Gigli entrerà nello specifico analizzando il tipo di intervento in artroscopia, effettuato con questa tecnica, per poi ascoltare la testimonianza diretta di una paziente, sottoposta ad un intervento chirurgico di questo genere.

“Sono diversi anni, ormai che le tecniche di ipnosi sono entrate a far parte del campo medico – spiega – Alcuni pazienti soffrono di reazioni allergiche ai farmaci anestesiologici:  proprio per questo motivo ci sono interventi di chirurgia ortopedica e non solo che vengono svolti con l’ipnosi sul paziente, proprio come quelli in artroscopia del ginocchio. L’ipnosi non è una perdita di coscienza e per poterla applicare durante l’intervento – prosegue Gigli – è necessaria la collaborazione del paziente. Operare sotto ipnosi è una tecnica che presenta, comunque, diversi vantaggi”.

Ipnosi e Sport, il prossimo 29 marzo un convegno-dibattito a Viterbo

Ipnosi e sport si incontreranno il prossimo 29 marzo a Viterbo per affrontare, attraverso un convegno organizzato dalla società sportiva dilettantistica Il Signorino, un tema che intreccia medicina, scienza e sport. Le tecniche di ipnosi, negli ultimi anni, sono entrate prepotentemente nel campo medico: alcuni pazienti soffrono di pesanti reazioni allergiche ai farmaci anestesiologici e così diversi interventi di chirurgia ortopedia e non solo, vengono svolti sotto ipnosi del paziente; in particolare quello riguardante il lavoro in artroscopia del ginocchio.
L’organizzatore del convegno, il dottor Carlo Gigli chirurgo ortopedico in forza presso l’ospedale di Belcolle, mette in luce proprio la crescita di questa tecnica utilizzata sia in campo sportivo, sia in quello medico con pazienti che sempre più spesso scelgono di farsi operare sotto ipnosi.
“L’ipnosi non è una perdita di coscienza e per farla funzionare occorre la collaborazione del paziente – spiega il dottor Gigli primo medico in equipe in Italia ad effettuare l’artroscopia del ginocchio attraverso l’induzione ipnonotica. Questa è una tecnica che presenta diversi vantaggi e viene utilizzata sui quei pazienti che hanno problemi con i farmaci, oppure vogliono essere rassicurati durante l’intervento. Vantaggi nello sport? L’ipnosi porta ad avere un livello di concentrazione assoluto e molti atleti si stanno sperimentando questo percorso”.
Il dibattito partirà dalle ore 17,30 e verrà introdotto dal moderatore Massimiliano Morelli. Alla kermesse interverranno la dottoressa Simona Apolito, psicologa presso la asl di Viterbo e membro della società italiana di ipnosi. Apolito spiegherà il funzionamento e i benefici che può portare l’ipnosi. A seguire il dottor Cesare Felici, medico anestesista presso l’ospedale San Giovanni di Roma, affronterà la correlazione tra ipnosi e sport.
Gigli entrerà nello specifico analizzando il tipo di intervento in artroscopia, effettuato sotto ipnosi. Infine, il convegno, si arricchirà della testimonianza diretta di una paziente, sottoposta ad un intervento chirurgico con la tecnica dell’ipnosi. Il convegno sarà patrocinato dal Coni regionale.

 

”Sport e salute al Signorino”, l’US Acli Viterbo in prima linea

Lo sport come mezzo di inclusione sociale e come straordinario momento di cura e salvaguardia della salute: questo è stato il tema portante del convegno ”Sport e Salute”, voluta fortemente dall’Acli e tenutasi alla sede dell’associazione ”Il Signorino”, in un incontro intitolato a Emiliano Morelli, giovane scomparso otto mesi fa per arresto cardiaco, e moderato dal giornalista romano Massimiliano Morelli. L’US Acli Viterbo, tra relatori di primissimo piano, non è voluta mancare per dare il suo contributo in un’occasione così prestigiosa per gli attori coinvolti e così importante per le tematiche trattate.

Damiano Lembo, presidente nazionale dell’Acli, ha sottolineato il ruolo dello sport come strumento di crescita sociale e personale per l’individuo e la collettività tutta.

Addentrandosi nelle medesime tematiche, il medico Massimo De Girolamo ha illustrato il Progetto “Borgosalus”, un festival di prevenzione e benessere, in cui ogni elemento necessario al mantenimento di un buono stato psicofisico ha il suo spazio.

Successivamente è intervenuto Renzo Alicicco, uomo dalle mille vite: prima calciatore della Roma in qualità di portiere, poi trionfatore del Rally di Roma come automobilista, medico sportivo per la Roma e successivamente il Brescia, chiamato da Carlo Mazzone, e poi, accanto all’attività di medico, quella di docente universitario. Il dottor Alicicco ha illustrato il ruolo preventivo dello sport, per poi spiegare il pericolo del doping, “tentazione oscura” che annulla i benefici della pratica sportiva. Questo imbroglio che nuoce alla salute nuoce agli atleti, esponendoli a evitabili rischi per la salute, con conseguenze da non sottovalutare.

Carlo Gigli, medico di grande preparazione attivo all’Ospedale di Belcolle, ha poi preso alla parola per spiegare l’impatto ortopedico dello sport negli adolescenti, illustrando la loro specificità medica rispetto agli adulti, a volte foriera di vantaggi, altre di svantaggi il loro recupero in caso di infortuni.

Il giovane e brillante Fabio Tarricone, fisioterapista e preparatore atletico del settore tecnico della Federazione Italiana Giuoco Calcio al centro di Coverciano, quartier generale delle selezioni nazionali italiane di ogni livello, ha trattato il trattamento delle lesioni muscolari nello sport.

Lo psicologo dell’OIspedale di Belcolle Gianfranco Godeas, esperto di cultura orientale, ha esposto quanto la cura dell’aspetto mentale possa fare la differenza, sia per trarre il massimo dalla prestazione sportiva, sia per il benessere generale dell’individuo. Nel suo interessantissimo intervento ha introdotto il ruolo della meditazione e di pratiche come il Qi Gong, la pratica dell’energia interna, focalizzandosi su elementi persi nella cultura occidentale e che sono state recuperati con il contatto con quella orientale, ritenendo che dall’unione della medicina occidentale con la plurimillenaria tradizione medica cinese possa nascere un modo più completo per rapportarsi al benessere dell’individuo.

In chiusura gli atletici della US Acli di Viterbo, supervisionati dal Maestro Pietro Cipriani, Presidente dell’US Acli di Viterbo, sempre molto sensibile alle tematiche relative all’inclusione sociale e alla prevenzione delle malattie della pratica sportiva. Gli insegnati tecnici Giovanni Duranti, Federico Ferrazzani, Tiziano Felici e Manuele Di Felice si sono esibiti in esibizioni di Tai Chi Chuan Yang e Chen e nei gesti atletici del Kung Fu. Davanti a una platea di medici sportivi, campioni dello sport e praticanti delle più disparate discipline, l’US Acli di Viterbo si è ancora una volta distinta per la preparazione e l’impegno dei suoi atleti.

“Salute e sport Emiliano Morelli”, organizzato dalla Ssd “Il Signorino” in sinergia con l’Unione sportiva Acli.

di Lara Ferrara

Venerdì 18 gennaio alle ore 15:00 va in scena il convegno “Salute e sport Emiliano Morelli”, organizzato dalla Ssd “Il Signorino” in sinergia con l’Unione sportiva Acli.

“I Cantieri del Signorino” è innanzitutto un circolo sportivo-culturale che punta sull’esercizio della pratica sportiva. Il discorso però è più ampio. Infatti oltre alla gestione di attività sportive, didattiche e promozionali nell’ambito dello sport dilettantistico, è alla promozione della cultura in ogni sua forma che si indirizza lo spirito del circolo..
Un circolo (con 5 euro di tessera soci si ha diritto di ingresso tutto l’anno), nel quale lo sport viene vissuto a 360 gradi;Convegni sull’alimentazione, corsi di preparazione, serate a tema, proiezioni, interviste. Tutto questo durante la settimana. Nel weekend ,invece, si da spazio libero alle note suonate, alla musica di qualità, rigorosamente dal vivo. Conduce la presidenza del circolo Maria Lourdes Forteza. Per chi non la conoscesse: laureata in Affari internazionali all’università delle Filippine, diploma in Scienze linguistiche e phonetiche alla Sorbonne nouvelle di Parigi. Impiegata nelle istituzioni europee (Commissione, Consiglio parlamento) e al Governo nel Gabinetto del ministro del Commercio internazionale e degli Affari europei. Consulente Fao.

Programma della serata:

Il convegno si aprirà con il saluto del presidente nazionale dell’Unione sportiva Acli Damiano Lembo.

A seguire gli interventi, si parte con “Educazione permanente alla salute, il progetto Borgosalus dell’Us Acli, presentato dal dottor Massimino De Girolamo.

A seguire “Doping, un pericolo nascosto”, a cura del professor Ernesto Alicicco e “Traumatologia dello sport nell’adolescente”, che vedrà il professor Carlo Gigli come relatore.

A seguire il dottor Tarricone parlerà di “Lesioni muscolari nello sport: trattamento fisioterapico e recupero agonistico”, mentre le “Ginnasiche mediche cinesi e gestione dello stress” saranno sviluppate dallo psicologo Lanfranco Godeas.

Infine “il gesto atletico sportivo: dimostrazione pratica nel Kung-Fu”, con gli istruttori Ippoliti, Artemi e Durante e il maestro e responsabile Us Acli della provincia di Viterbo Pietro Cipriani.

“…si perché la Ginnastica e la Musica costituiscono il fondamento di ogni buona educazione. Mi pare infatti che un dio ha fatto dono agli uomini di queste due arti, a sostegno di due parti dell’anima, allo scopo di accordarle fra di loro…”

Platone

Viterbo ospita il convegno “Sport e Salute Emiliano Morelli”, venerdì 18 gennaio

VITERBO – Venerdì 18 gennaio alle 15.00 si terrà il convegno “Sport e Salute Emiliano Morelli”,organizzato dalla Ssd “Il Signorino” (Strada del Signorino 16) in sinergia con l’Unione sportiva Acli.

Moderato dal giornalista romano Massimiliano Morelli, il convegno si aprirà con il saluto del presidente nazionale dell’Unione Sportiva Acli Damiano Lembo.

A seguire gli interventi, si parte con “Educazione permanente alla salute, il progetto Borgosalus dell’ U.S. Acli, presentato dal dottor Massimino De Girolamo.

A seguire “Doping, un pericolo nascosto”, a cura del professor Ernesto Alicicco e  “Traumatologia dello sport nell’adolescente”, che vedrà il professor Carlo Gigli come relatore.

A seguire il dottor Tarricone parlerà di “Lesioni muscolari nello sport: trattamento fisioterapico e recupero agonistico”, mentre le “Ginnasiche mediche cinesi e gestione dello stress” saranno sviluppate dallo psicologo Lanfranco Godeas. Infine “il gesto atletico sportivo: dimostrazione pratica nel Kung-Fu”, con gli istruttori Ippoliti, Artemi e Durante e il maestro e responsabile USAcli della provincia di Viterbo Pietro Cipriani.

Viterbo, si parla di sport e salute

Viterbo ospita la prossima settimana il convegno “Salute e Sport Emiliano Morelli.”
L’appuntamento è fissato per venerdì 18 gennaio alle 15  ed è  organizzato dalla Ssd “Il Signorino” in sinergia con l’Unione sportiva Acli.
A moderare il pomeriggio è stato chiamato  il giornalista romano Massimiliano Morelli.
Il convegno si aprirà con il saluto del presidente nazionale dell’Unione Sportiva Acli Damiano Lembo. A seguire gli interventi; si parte con “Educazione permanente alla salute, il progetto Borgosalus dell’ U.S. Acli, presentato dal dottor Massimino De Girolamo.
A seguire “Doping, un pericolo nascosto”, a cura del professor Ernesto Alicicco ( ex medico sociale della Roma) e “Traumatologia dello sport nell’adolescente”, che vedrà il professor Carlo Gigli come relatore.
A seguire il dottor Tarricone parlerà di “Lesioni muscolari nello sport: trattamento fisioterapico e recupero agonistico”, mentre le “Ginnastiche mediche cinesi e gestione dello stress” saranno sviluppate dallo psicologo Lanfranco Godeas.
Infine “il gesto atletico sportivo: dimostrazione pratica nel Kung-Fu”, con gli istruttori Ippoliti, Artemi e Durante e il maestro e responsabile USAcli della provincia di Viterbo Pietro Cipriani.

Sport e Salute

A Viterbo, presso la ASD Il Signorino, Convegno Us Acli Sport e Salute da una splendida idea del Dottor Carlo Gigli; si presenteranno argomenti e dimostrazioni sportive riguardanti la salute e la integrità fisica nella pratica sportiva. Grande soddisfazione del Presidente Provinciale Pietro Cipriani, Coordinatore Nazionale della USN Kung Fu e Lotte Associate che valuterà la partecipazione dei Tecnici come aggiornamento.

I campioni in cura a Belcolle: il ginnasta David Serafini operato nell’unità di chirurgia del ginocchio e traumatologia

Operato all’ospedale Belcolle di Viterbo il giovane David Serafini, 19 anni, atleta di grande talento di ginnastica aerobica. Il professor Carlo Gigli, direttore dell’unità operativa di Chirurgia del ginocchio e traumatologia dello sport,  ha sottoposto l’atleta romano – campione italiano di categoria e doppia medaglia d’argento al campionato europeo di Praga nel 2018 – a un intervento in seguito a un infortunio al ginocchio rimediato durante gli allenamenti.

Serafini ha dovuto rinunciare al campionato mondiale del 2018, ospitato in questo mese ad Amsterdam, dove era tra i favoriti. L’intervento è riuscito e ora lo aspetta la riabilitazione per tornare alle gare prima possibile. Serafini non è il primo campione curato nel reparto di traumatologia dello sport e chirurgia del ginocchio di Viterbo. In passato sono passati da qui il tecnico Marco Materazzi, una delle migliori calciatrici canadesi, il rugbista Sandro Bonifazi e altri calciatori di serie D e Lega Pro.

Carlo Gigli è stato autore di un libro sulla traumatolgia dello sport insieme a Ernesto Alicicco, ex medico sociale della Roma e del Brescia.